Quanto studiare al giorno e quando è meglio studiare?
Quanto studiare al giorno e quando è meglio studiare?

Oggi risponderemo a due domande molto comuni: Quanto studiare al giorno all’università? e Quando è meglio studiare?

E’ spesso prassi consolidata tra gli studenti fare delle grandi studiate soprattutto a ridosso degli esami. Spesso si studia 7-8 ore al giorno, magari di sera o di notte, di sabato e domenica.

La verità è che non è assolutamente necessario fare delle maratone di studio per ottenere buoni risultati all’università.

I problemi che costringono solitamente gli studenti ad effettuare sessioni di studio così intensive sono solitamente di due tipi:

– problemi legati ad una scarsa organizzazione, per cui ci si trova a dover studiare ore e ore al giorno, sotto grande stress, per recuperare il tempo perduto precedentemente

– un metodo di studio inefficace, a causa del quale è necessario dedicare allo studio moltissimo tempo, che potrebbe solitamente essere dimezzato migliorando la propria metodologia.

Quindi quanto studiare al giorno?

Una normale giornata dedicata completamente allo studio dovrebbe comprendere circa 5 ore di studio distribuite tra mattina e pomeriggio.

Questo ci consente di studiare con continuità ed impegno senza affaticarci troppo. Studiare un numero di ore maggiore, mette infatti il cervello ed il fisico sotto stress, diminuendo drasticamente a lungo andare la qualità dello studio prodotto.

Se studi 7-8 ore in un solo giorno, facilmente il giorno dopo non avrai più la lucidità e la motivazione per ripetere lo stesso sforzo che si  sarà rivelato quindi inutile. Molto meglio 2 giornate da 4-5 ore ciascuna.
Non studiare mai 3/4 ore di fila senza fare mai una pausa, fai una pausa di 10 minuti circa almeno ogni ora, questo ti servirà per mantenere fresca la tua concentrazione. Se studi 3 ore di fila, inevitabilmente farai una pausa molto lunga  per recuperare e poi sarà difficile rincominciare a studiare.
Distribuisciti quindi bene il carico di lavoro e soprattutto fai delle brevi pause (mai più di 15 minuti) nell’arco della giornata di studio ad orari precisi da te prefissati.

Quando è meglio studiare? Qual è il momento della giornata migliore per studiare?

In generale è possibile affermare che il mattino è il momento della giornata in cui la nostra mente è più pronta e ricettiva per lo studio.

Anche durante il pomeriggio (se si pranza leggero) si può raggiungere un buon livello di concentrazione.

La sera solitamente siamo più stanchi e meno pronti ad affrontare ragionamenti ed argomenti complessi. Eventualmente, se vi è la necessità, è possibile dedicare le ore serali al ripasso, in quanto il cervello si dimostra spesso ricettivo per questo genere di attività.

Va detto comunque che le indicazioni sopra riportate sono generali e possono non valere per tutti, in quanto vi è una certa variabilità  da persona a persona.
Esistono infatti studenti che si trovano bene a studiare di tarda sera e altri che studiano volentieri di primo mattino.

Un consiglio che ti possiamo dare è quello di provare a studiare in diversi momenti della giornata e verificare quando mediamente ti senti maggiormente attivo e concentrato.

Se hai problemi di concentrazione ti consigliamo di leggere il nostro articolo Come migliorare la concentrazione.

Per qualsiasi domanda lascia pure un commento al post, così la nostra risposta sarà visibile a tutti.
Per rimanere aggiornato sui nostri consigli studio

Se questo articolo ti è piaciuto aiutaci a fare conoscere questo blog cliccando una delle icone qui sotto e condividendolo con i tuoi amici! Grazie! :-)